Presentazione

La Cucina Italiana
Nutrit et impinguant triticum, lac, caseum infana
testiculis, porcina, caro, cerebello, medullae
dulcia vina, cibus gustu iucondior, ova
sorbilia, maturae ficus, uvaeque recentis
 

Nutrono e ingrassano il grano, il latte, il formaggio fresco
i testicoli, la carne suina, le cervella, il midollo, i vini dolci,
ogni cibo più grato al gusto, le uova da sorbire, i fichi maturi
e le uve fresche.

Pietro de Crescenzi Bologna
XIII e metà XIV secolo
pare un moderno dietista

Mi riprovo a postare(brutta parola) una serie – speriamo lunga – di ricette della buona Cucina Italiana, e Toscana in particolare, con queste vi saranno delle Poesie che riguardano il Cibo e delle ricette di Poeti a Tavola, vi saranno anche delle ricette della Cucina Fiorentina del Medioevo e di altri Cuochi più o meno famosi che hanno deliziato i Signori del Rinascimento una raccomandazione leggetele……. ma queste ultime non provatele
Non dimenticate che:

Dio ha inventato il cibo

ma il diavolo ha inventato i cuochi

Toscano

Bruschette alla cipolla – Cucina Italiana

clip_image002
Cucina Italiana
Bruschette alla cipolla
Dose per 4
una pagnotta
16 fettine di coppa
cipolla
miele amaro
olio per friggere
Riducete la cipolla ad anelli. Dopo aver tagliato dalla pa­gnotta 4 fette dello spessore di circa un centimetro, pas­satele sulla griglia calda (bru­schette). Spalmatele con un velo sottilissimo di miele amaro, guarnitele con le fettine di coppa (4 cad.) e con gli anelli di cipolla fritti croc­canti, in abbondante olio: sono ottimi gustati a meren­da. Con gli stessi ingredienti si possono preparare delle bruschette di formato ridot­to e servirle con gli aperitivi.
clip_image004

Minestra cavolo e salsiccia – Cucina Italiana

clip_image002

Cucina Italiana
Minestra cavolo e salsiccia

 4 persone
 1 cavolo cappuccio
50 g di patate
150 g di fagiolini verdi
100 g di piselli sgranati
100 g di fave sgranate
4100 g di lardo
100 g di salsicce fresche
100 g di polpa di maiale
sale
Cuocete insieme in una pentola capiente con 1 litro e mezzo d’acqua salata la polpa di maiale tagliata a quadrettini, il lardo a dadini, le fave e i piselli. Schiumate quando serve e fate cuocere a fuoco lento finché le fave saranno tenere. Aggiungete le salsicce, le patate sbucciate e tagliate a pezzetti, i fagiolini mondati cioè privati delle punte) e il cavolo affettato e continuate a cuocere finché le verdu­re saranno quasi disfatte e la carne tenera. Prima di servire tagliate a pezzi le salsicce, rimettetele nella pentola, scodellate nelle singole fondine e accompagnate la minestra con dadini di pane tostato a parte distribuiti sulla superficie.
clip_image003

Insalata di farro – Cucina Italiana

clip_image001
Cucina Italiana

Insalata di farro
Dose per 6
riso g 300
mortadella 150
Emmental g 100
sottoli:
olive verdi, peperoni, carciofini,
giardiniera, cipolline, chicchi di mais, pomodorini g 50 cad.
prezzemolo
limone
olio oliva
aceto bianco
Lessare il farro al dente poi scolatelo e passatelo sotto l’acqua corrente per farlo raffreddare. Raccogliete in u­na ciotola tutti i sottoli e ir­rorateli con 2 cucchiaiate d’aceto bianco. Tagliate a li­sterelle il formaggio emmen­tal e, a dadini, la mortadella. Mescolate il farro ai sottoli, u­nendo il formaggio e la mor­tadella. Completate l’insalata con circa 3 cucchiaiate d’olio d’oliva e altret­tanto prezzemolo tritato. Guarnitela con rondelle di limone. Servitela subito.
clip_image003

Fusi di pollo al forno – Cucina Italiana

clip_image002
Cucina Italiana
Fusi di pollo al forno
Dose per 4
4 fusi di pollo circa g 700
zucchina g 80
carota g 80
4 fette di pancetta
vino bianco
brodo vegetale
olio d’oliva
sale

Avvolgete i fusi di pollo nelle fette di pancetta che saldere­te con degli stecchini, quindi fateli rosolare bene in una casseruola con 2 cucchiaiate d’olio; salateli, irrorateli con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciatelo parzial­mente evaporare, dopo di che aggiungete altrettanto brodo bollente. Fate pren­dere il bollore, poi unite la zucchina e la carota ridotte a bastoncini. Passate nel forno a 220 °C e cuocete per 5′, infine riducete la temperatu­ra a 200 °C e completate la cottura in altri 20′ circa.

clip_image004

Crocchette ripiene – Cucina Italiana

clip_image001
Cucina Italiana
Crocchette ripiene
Dose per 6
Petto di pollo g 400
Fesa di vitello g 150
mortadella g 150
mozzarella g 120
parmigiano grattugiato g 40
pane grattugiato
farina bianca
2 uova
prezzemolo
olio d’oliva
sale pepe
Macinate il petto di pollo in­sieme con la fesa di vitello e la mortadella. Raccogliete il ricavato in una ciotola e insaporitelo con il parmigiano, una cucchiaiata di prezze­molo tritato, sale e pepe. A­malgamate l’impasto poi divi­detelo in 18 parti che arro­tolerete tra le mani umide, formando le polpette. Prati­cate al centro di ciascuna un foro e inseritevi un dadino di mozzarella. Ridate forma -al­le polpette e passatele nella farina, nelle uova battute, nel pane grattugiato, quindi frig­getele in abbondante olio caldo e servitele subito.

clip_image003

Argia Sbolenfi – La pispola e il Pispolino

La pispola diceva al pispolino:
"Bada di non sporcarti il gabannino!
Ma il pispolin la madre non paventa
E in umido finì con la polenta.
Morale
Ubbidisci alla madre ed al fratello,
O nell’umido andrai come l’uccello.

Piatto di Mare – Spiedini di pescatrice grigliati

clip_image002
Spiedini di pescatrice grigliati
Dose per 4
pescatrice pulita g 650
zucchine g 200
8 fettine di prosciutto crudo
prezzemolo
olio
sale – pepe
Dividete ciascuna fettina di prosciutto in 3 strisce uguali; riducete la pescatrice in 24 bocconcini e bardateli con le strisce di prosciutto poi infilateli, a 3 a 3, su 8 spiedini di legno; conditeli con sale, pepe, olio e cuoceteli sulla griglia calda per circa 7′. Intanto trifolate le zucchine a dadi con olio caldo, sale, pepe e prezzemolo tritato, quindi distribuitele nei piatti da porzione; accomodatevi sopra gli spiedini di pesce e serviteli subito, ben caldi.

clip_image004

Piatto di Mare – Lasagne alla crema di mazzancolle

clip_image002
Cucina Italiana

 

Lasagne alla crema di mazzancolle

 

Ingredienti per 4
80 g di burro,
150 g di carote,
200 g di zucchine,
1 cipolla,
50 g di farina,
500 g di code di mazzancolle
250 gr lasagne
3 cucchiai di olio d’oliva,
sale e pepe q.b
., 2 cucchiaini di senape,
1 rametto di timo
, 1/2 bicchiere di vino bianco,

 

Lavare e sgusciare le code di mazzancolle eliminando il filetto scuro. Sobbollire i gusci nell’acqua con mezza cipolla per 10 minuti. Filtrare il brodo Tagliare a rondelle le zucchine, le carote e mezza cipolla, rosolare per 15 minuti con 2 cucchiai di olio. Unire i crostacei tagliati, mezzo bicchiere di vino bianco, un rametto di timo tritato. Far insaporire, salare e pepare fondere 60 g di burro, unire la farina setacciata e stemperare con il brodo delle mazzancolle. Far addensare, aggiustare di sale e incorporare la senape . Lessare le lasagne in acqua salata con un cucchiaio di olio. Scolarle e asciugarle In una teglia unta con poco burro disporre a strati le lasagne, la salsa e il composto di crostacei e verdure. Completare con fiocchetti di burro e cuocere in forno a 180 ‘C per 20 minuti
9
clip_image004

Crema di fave e mele – Cucina con le Mele

clip_image001
Cucina con le Mele
Crema di fave e mele

Ingredienti
200 g di fave secche decorticate
2 carote
1 cipolla
3 grosse mele
farina (per infarinare)
alloro
1/2 limone
burro
sale e pepe
Preparazione
Lessate le fave (brevemente am­mollate) in acqua pura, con l’allo­ro e con un trito di carota e cipol­la.
Sbucciate le mele; strofinatele con il taglio del limone; tagliate­le a dadini, infarinatele modera­tamente e rosolatele nel burro. Appena rosolate, unitele alle fave, cotte e setacciate. Aggiungete del brodo: quanto ne occorre per rag­gitingere la quantità necessaria; scaldate il tutto e servitelo caldo, con crostini di pane tostato,

clip_image003

Antipasto di mare – Cucina con le Mele

clip_image002
Cucina con le Mele
Antipasto di mare
4 o 5 piccoli polpi (800 g in tutto)
Olio di oliva
1 mazzetto di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
2 o 3 grosse mele verdi
I limone
2 o 3 porri freschi
sale e pepe

Preparazione
Pulite i polpi, eliminando l’appa­rato orale e gli occhi. Lavateli e gettateli in una pentola colma per un terzo d’acqua salata in ebolli­zione. Fateli cuocere per una ven­tina di minuti (più o meno: dipende dalle dimensioni dei polpi). Scolateli e lasciateli sgrondare, con cura; poi raccoglieteli in una fondina, tagliandoli a pezzetti. Sbucciate le mele; mondatele, eliminando i ‘torsoli, tagliatele a quarti e spruzzatele col succo del limone; poi ritagliatele a triangoli sottili e aggiungetele ai polpi, nel­la fondina, con un trito di porri e prezzemolo. Condite il miscuglio con una emulsione ben battuta di olio, succo di limone, aglio tritato finemente, sale e pepe. Rimestate a lungo, con cura, e lasciate insaporire il tutto per almeno un quarto d’ora, prima di servire (in coppette individuali).
clip_image004